Images7

Ormai tutte le più blasonate case produttrici di smartphone hanno prodotto una versione “mini” dei loro top di gamma. Anche LG ovviamente non fa eccezione e “rimpicciolisce” il suo G2 creando LG G2 Mini. Non solo le dimensioni hanno subito una riduzione, ma anche le caratteristiche tecniche così come il prezzo ovviamente.  Questo G2 mini però ha diverse funzionalità interessanti, scopriamole nella recensione.

Confezione “classica” anche per LG G2 Mini: cavo dati, manuale rapido, carica batteria da 0.85A con usb condivisa e cuffie auricolari standard con tasto di risposta, di fattura media.  Tutto quello che serve e niente di più.

Hardware & parte telefonica

Le caratteristiche hardware di questo LG G2 mini non sono così “risicate” come si può pensare; è vero che non abbiamo il sensore di luminosità (mancanza probabilmente più grave del resto), non abbiamo il led di notifica e il display è “solo” un qHD, ma abbiamo l’LTE  l’NFC e  la porta ad infrarossi oltre alle due fotocamere con il flash per quella posteriore, gli ormai iconici tasti sul retro, ma soprattutto la possibilità di espandere la memoria mediante Micro SD ( 8 Gb di cui 4 scarsi disponibili sono davvero pochi) e della batteria removibile.

Parte telefonica di buon livello per questo LG G2 Mini: l’audio in capsula è molto potente  e di qualità medio-alta,  dall’altro lato ci sentono altrettanto bene,  vivavoce con volume non potentissimo ma comunque udibile e qualità buona.  La ricezione è nella norma senza particolari problemi.  Il GPS funziona bene e il WiFi ha una portata sufficientemente ampia.

Design, materiali, ergonomia

Il design di LG G2 Mini è pulito ed essenziale ma anche piacevole alla vista. . Il display occupa la gran parte del frontale e, grazie alle cornici ridotte, le dimensioni sono contenute. L’ergonomia è ottima anche se mani piccole difficilmente copriranno tutti i 4.7 pollici, l’uso con una mano è comunque possibile.  La sensazione data dai materiali è buona nonostante sia plastica e il grip è alto grazie al posteriore ruvido.

Comodi i tasti posteriori una volta  abituaticisi, ma quello che stupisce di più è la leggerezza: sarà l’abitudine data dallo standard di peso attuale, ma una volta preso in mano questo LG G2 Mini viene la tentazione di chiedersi se ci siamo ricordati di inserire la batteria.

Display

Qui forse un primo lato negativo di questo smartphone. Non fraintendiamoci, il display  di questo LG G2 Mini non è una brutta unità, ma è fuori di dubbio che i pixel si vedano (siamo anche stati abituati bene ultimamente) soprattutto durante la navigazione web e l’angolo di visione non sia dei migliori, infatti i neri, che risultano buoni se visti frontalmente, virano al grigio inclinando il display sia in senso longitudinale che “di taglio”, ma queste sono comunque  circostanze “rare”.
La gamma cromatica invece è buona, così come la luminosità massima che però va regolata manualmente.  Grave la mancanza del sensore di luminosità.

Multimedia

Lettore multimediale di alto livello come su tutti gli LG più recenti. LG G2 Mini riproduce senza problemi ogni formato testato, a qualunque risoluzione compreso l’audio AC3 del nostro Divx di test ( cosa davvero rara). Complimenti ad LG.

Riproduzione musicale di buon livello, il volume dello speaker è maggiore rispetto al vivavoce e la posizione sul lato inferiore non attenua i suoni indipendentemente dalla superficie su cui è appoggiato il telefono, tutto migliora con le cuffie.

Fotocamera

Il reparto fotografico di LG G2 Mini è più che sufficiente per ottenere scatti di qualità in quasi tutte le situazioni. Anche  in notturna il rumore video è contenuto, insufficiente invece la qualità della fotocamera frontale: da usare principalmente per le videochiamate. Le impostazioni per le fotografie non sono tante come sui modelli superiori, ma sono quelle che servono per l’uso quotidiano: abbiamo, ad esempio, l’HDR, il ritocco volto, ma anche lo scatto “time catch” per scegliere la foto migliore nell’intervallo di tempo acquisito.

I video registrati risultano molto buoni per qualità di immagine anche se la messa a fuoco non è sempre pronta come dovrebbe, l’audio acquisito è potente e dalla gamma molto ampia, il microfono riesce a catture tanti suoni ma la tonalità  vira leggermente al “metallico”.

Software

Altissima la personalizzazione su questo LG G2 Mini. La versione di Android è già la 4.4.2 sulla quale sono state implementate molte funzioni “smart” a cominciare dal Konck Code che permette lo sblocco del display solo effettuando una precisa sequenza di tocchi: davvero una sicurezza! Concentrandoci solo sulle “novità” più importanti abbiamo la modalità “home semplificata” che racchiude in un’unica schermata tutte le funzioni “standard” di un telefono; utile la  possibilità di personalizzare i tasti funzione sul display; abbiamo anche i temi, le Q-Slide app, il Q-memo, il copia-incolla multiplo, l‘angolo ospite e segnaliamo inoltre la comoda funzione che permette un pinch to zoom su alcune aree del telefono come il registro chiamate, la rubrica e gli SMS.
Comodo il pop-up per chiamate ed sms che permette di rispondere senza chiudere la schermata precedente. Non mancano smart video,  smart pause etc..  insomma l’elenco è davvero lungo, a voi scoprire le altre funzioni, che risultano per la maggior parte davvero utili.

Navigazione Web più che sufficiente per  l’uso quotidiano di questo LG G2 Mini, che trova nella risoluzione del display la sua maggiore pecca. Il client mail è quello ottimo di LG anche se mancano le gestures presenti sul KiKat “stock”, funzionano bene anche tutte le altre app e, nonostante la profonda personalizzazione di questo smartphone, troviamo sempre una fluidità e una reattività generale ottime, se non in alcuni momenti come, ad esempio, durante il download e l’installazione di app, quando il processore, non potentissimo, raggiunge il suo limite. Nulla da imputare all’ottimizzazione di LG.

Autonomia

LG G2 Mini è caratterizzato da una buona autonomia, il processore, poco esoso, così come il display e la buona ottimizzazione software consentono di arrivare a notte inoltrata con un uso medio-intenso. Purtroppo non abbiamo potuto testate l’autonomia con LTE attivo in quanto da noi la copertura non è ancora giunta.  Inoltre, vista la batteria removibile, nessuno ci impedisce di acquistarne una seconda da sostituire all’evenienza.

sassddasdsLG G2 Mini è un dispositivo non così tanto mini come si potrebbe pensare: paragonato ad un Nexus 5, ad esempio, è leggermente più piccolo in altezza ed in larghezza ma parliamo comunque di pochi millimetri per entrambe le dimensioni. Misura infatti 129.6 x 66.0 x 9.8 mm e ha un peso complessivo di 123 g. Sul retro la cover è in plastica zigrinata ed è removibile, mentre gli spigoli sono sempre in plastica ma questa volta liscia. Nel complesso l’ergonomia è buona, la cover offre un discreto grip, le dimensioni sono contenute in relazione al fatto che il display di cui è dotato è da 4.7 pollici. Sul piano hardware abbiamo: lo schermo con tecnologia LCD IPS con risoluzione qHD (960×540 pixel) con 234 PPI e 400 NIT di luminosità massima, processore quad-core da 1.2 GHz, GPU Adreno 305, 1 GB di memoria RAM, 8 GB di memoria interna espandibile con MicroSD fino a 32GB, connettività WiFi 802.11 b/g, Bluetooth 4.0, porta microUSB 2.0 e trasmettitore ad infrarossi. La connettività è completata infine dal supporto alle reti GSM, EDGE, GPRS, HSPA ed LTE, ma anche dal supporto all’A-GPS e al GLONASS per la geo-localizzazione. Niente da segnalare riguardo all’aggancio alla rete telefonica e alla qualità audio in capsula che risultano nella media. Lato multimediale troviamo una fotocamera da 8 megapixel (sensore BSI), posizionata sul retro e di discreta qualità, con zoom digitale fino a 4x e capace di registrare video fino alla risoluzione di 1920×1080 pixel a 30 fps. Sul fronte ne troviamo invece una da 1.2 megapixel. Così come la cover, anche la batteria è removibile ed è da ben 2.440 mAh, “solamente” 560 mAh in meno rispetto a quella di LG G2, che consente un’autonomia molto buona. Caratteristici dell’esperienza LG degli ultimi 6 mesi sono poi i tasti fisici posti sul retro: power al centro, volume su e volume giù ai lati. I tasti frontali invece sono software.Approfondisci su http://www.tuttoandroid.net/android/recensione-lg-g2-mini-188232/
LG G2 Mini è un dispositivo non così tanto mini come si potrebbe pensare: paragonato ad un Nexus 5, ad esempio, è leggermente più piccolo in altezza ed in larghezza ma parliamo comunque di pochi millimetri per entrambe le dimensioni. Misura infatti 129.6 x 66.0 x 9.8 mm e ha un peso complessivo di 123 g. Sul retro la cover è in plastica zigrinata ed è removibile, mentre gli spigoli sono sempre in plastica ma questa volta liscia. Nel complesso l’ergonomia è buona, la cover offre un discreto grip, le dimensioni sono contenute in relazione al fatto che il display di cui è dotato è da 4.7 pollici. Sul piano hardware abbiamo: lo schermo con tecnologia LCD IPS con risoluzione qHD (960×540 pixel) con 234 PPI e 400 NIT di luminosità massima, processore quad-core da 1.2 GHz, GPU Adreno 305, 1 GB di memoria RAM, 8 GB di memoria interna espandibile con MicroSD fino a 32GB, connettività WiFi 802.11 b/g, Bluetooth 4.0, porta microUSB 2.0 e trasmettitore ad infrarossi. La connettività è completata infine dal supporto alle reti GSM, EDGE, GPRS, HSPA ed LTE, ma anche dal supporto all’A-GPS e al GLONASS per la geo-localizzazione. Niente da segnalare riguardo all’aggancio alla rete telefonica e alla qualità audio in capsula che risultano nella media. Lato multimediale troviamo una fotocamera da 8 megapixel (sensore BSI), posizionata sul retro e di discreta qualità, con zoom digitale fino a 4x e capace di registrare video fino alla risoluzione di 1920×1080 pixel a 30 fps. Sul fronte ne troviamo invece una da 1.2 megapixel. Così come la cover, anche la batteria è removibile ed è da ben 2.440 mAh, “solamente” 560 mAh in meno rispetto a quella di LG G2, che consente un’autonomia molto buona. Caratteristici dell’esperienza LG degli ultimi 6 mesi sono poi i tasti fisici posti sul retro: power al centro, volume su e volume giù ai lati. I tasti frontali invece sono software.Approfondisci su http://www.tuttoandroid.net/android/recensione-lg-g2-mini-188232/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Blue Captcha Image
Aggiornare

*