Lumia 1320 Hero 2 Jpg

Quando Lumia 1320 è stato sul palco del Nokai World di Abu Dhabi, i suo termini di paragone erano il più lussuoso Nokia 1520 e, indirettamente, la schiera dei phablet androis che punta su schermi dalle diagonali immense per accaparrarsi le simpatie del pubblico. Dal canto suo però, il phablet finlandese punta sì su un pannello generoso, ma anche su un prezzo finale più compatibile con le tasche del grande pubblico.

Lumia 1320 prosegue idealmente la strategia che Nokia ha intrapreso con il meno recento Nokia 625, un telefono con caratteristiche hardware modeste, prezzo basso e un ampio schermo da 4,7″. Lo si vede subito fin dal design, che ne riprende le linee guida: la scocca è disegnata seguendo angoli molto smussati e spigoli ergonomici e il materiale impiegato è un policarbonato satinato che non sarà il massimo del lusso, ma fornisce comunque una risposta molto piacevole al tatto e garantisce una presa salda del dispositivo.

Lo schermo da 6″ è un pannello da 1280 x 720 pixel. Nonostante la risoluzione non altissima, però, la qualità non è niente male. Resa dei colori, angoli di visione e luminosità massima sono tutti più che soddisfacenti, mentre i live tile di Windows 8, con le loro icone minimali e i caratteri puliti e leggibili, non fanno notare la perdita di definizione del 1320 nei confronti dei pannelli Full HD. Solo nelle pagine web ricche di testo la differenza inizia a farsi evidente, con numeri e parole che mostrano i pixel di cui sono composti, ma nell’uso quotidiano non è un problema.

Neppure l’utilizzo di un processore vecchiotto e di un solo GB di RAM squalifica il phablet. Il sistema operativo di Redmond infatti è famoso per la sua leggerezza e si comporta bene anche sui dispositivi meno potenti. Su questo Lumia non fa eccezione: le schermate scorrono veloci e i tempi di caricamento delle app sono solo impercettibilmente più lunghi rispetto a quelli dei prodotti di punta.

Piuttosto, è più consistente la perdita della fotocamera Pureview, vanto dei modelli top di gamma finlandesi. La fotocamera del 1320 lascia per strada diversi megapixel (qui sono solo 5), stabilizzazione ottica e lenti Carl Zeiss, e scatta foto tutto sommato buone, ma lontane dalla qualità di modelli Lumia già sul mercato da tempo.

Dal suo fratello più famoso, il 1320 eredita invece un grande difetto: l’interfaccia utente di Windows Phone 8, che ancora non è ottimizzata alla perfezione per display di dimensioni così generose. È un peccato osservare che la barra degli indirizzi di Internet Explorer, i menù e molti altri elementi grafici siano stati semplicemente presi e ingranditi senza troppo criterio. La tastiera in particolare continua a occupare metà schermo come in un dispositivo di taglia normale: scrivere con una sola mano è impossibile.

Il phablet però si riscatta con una batteria dalla durata eccezionale, che in molti casi supera gli altri della categoria arrivando a fine giornata senza alcun problema anche con un utilizzo medio-intenso. Questo aspetto, insieme alla presenza della suite Office e alla superficie del display così ampia sulla quale lavorare, rende il 1320 un phablet dalla doppia vocazione, multimediale e professionale. Con l’arrivo di Windows 8.1, poi, la proposta finlandese si farà ancora più interessante e in grado di sostenere l’attacco degli avversari con il più rodato sistema operativo Android.

Nel Nokia Lumia 1320 troviamo un processore Qualcomm Snapdragon S4, dual core da 1,7 Ghz di frequenza, a cui è abbinato 1 GB di RAM. Lo storage ammonta a soli 8 GB, ma è espandibile tramite il supporto a schede microSD fino a 64GB, mentre la fotocamera posteriore è da “soli” 5 megapixel e non si avvale della prestigiosa denominazione PureView di Nokia.

lsg1474s

Lo schermo è un LCD IPS da 6 pollici di diagonale e 1.280×720 pixel di risoluzione, con una densità di 245 ppi. Per quanto riguarda le connessioni, abbiamo il supporto a una scheda micro SIM per la parte telefonica, antenne Wi-Fi e Bluetooth, nonché la compatibilità con il formato LTE per la connessione dati ultra-veloce (fino a 100 Mbps in download).

Il tutto è alimentato da una corposa batteria da 3.400 mAh, mentre l’OS installato è ovviamente Windows Phone 8. La dotazione tecnica è dunque lontana da quella dei phablet top di gamma, ma offre comunque una solida base per un’esperienza quotidiana soddisfacente.

Il design di questo 1320 è quello ormai tradizionale dei dispositivi mobile Nokia di fascia media, con linee pulitissime, angoli smussati, una parte posteriore realizzata interamente in materiale plastico (in questo modello è rimovibile) e un pannello frontale in Gorilla Glass 3.

I controlli fisici includono il consueto tasto dedicato alle operazioni della fotocamera, che consente di scattare immagini in rapidità e semplicità.

I valori costruttivi sono sicuramente buoni, con una sensazione di solidità e una piacevolezza al tatto notevoli, ma dobbiamo dire che questo Nokia Lumia 1320 non stupisce in quanto a compattezza e leggerezza, con uno spessore di quasi un centimetro (per l’esattezza 9,8mm) e 220g di peso. Nel complesso, comunque, per essere un dispositivo da 6″, rimane abbastanza maneggevole e gradevole da impiegare.

L’usabilità del Nokia Lumia 1320 è piuttosto interessante, anche grazie alla buona dotazione di tecnologie “custom” supportate. Abbiamo, ad esempio, la funzione “glance” di Nokia, che consente di visualizzare semplici informazioni (come l’orologio) e notifiche sullo schermo anche quando il telefono è bloccato, mentre molto comoda può risultare la possibilità di risvegliare il telefono effettuando un doppio tap sullo schermo, senza dunque dover interagire con il tasto fisico sulla parte laterale. La sensibilità del pannello touch, inoltre, è ottima e ne consente l’impiego anche se si indossano dei guanti leggeri.

L’esperienza di utilizzo, in generale, è molto gradevole e la fluidità di navigazione dell’interfaccia di Windows Phone 8, notoriamente molto leggera, è totale. Peccato che lo schermo non eccella in quanto a risoluzione: 1.280×720 pixel sono un po’ stiracchiati sui 6 pollici di diagonale e restituiscono un’immagine non sempre dettagliatissima, rendendo ad esempio difficile la lettura di testi piccoli. Inoltre, va detto che l’esperienza di Windows Phone non sembra ancora pensata per dispositivi dalla diagonale così ampia: lo spazio concesso risulta mal sfruttato e a schermo abbiamo sostanzialmente delle icone a dimensioni maggiorate e poco più. Al di là della risoluzione modesta, comunque, il pannello IPS risulta molto luminoso, ben contrastato e piacevole cromaticamente.

A livello di potenza generale, questo Nokia Lumia 1320 non è il dispositivo più ambizioso in circolazione, con il suo processore di medio livello, ma nell’utilizzo quotidiano si comporta molto bene: il multitasking è rapido e privo di intoppi, il lancio di applicazioni è fluido (si fa attendere qualche istante solo quando avviamo quelle più pesanti) e anche l’esperienza di gioco è piuttosto gradevole: nella nostra prova con un gioco 3D abbastanza intenso come Asphalt 8 abbiamo ottenuto una giocabilità e una fluidità apprezzabili. Infine, notevole l’autonomia concessa dalla batteria, che con i suoi 3.400 mAh consente di arrivare a fine giornata in estrema tranquillità, toccando anche le 48h con un utilizzo medio.

Il grande schermo del Nokia Lumia 1320 lo rende automaticamente un dispositivo dalle interessanti doti multimediali, per la visione di filmati o altro, ma ci sono dei dettagli da considerare a riguardo. Il primo è che lo storage integrato è davvero scarso (8 GB, di cui poco più di 5 disponibili), quindi l’archiviazione di molti file multimediali richiederà senza dubbio l’impiego di una scheda microSD.

Il secondo fattore è rappresentato dallo speaker, che, ironicamente per un phablet dalle dimensioni così generose, è davvero minuscolo. La qualità audio espressa è discreta, ma la facilità con la quale l’audio si ostruisce è davvero esagerata e può rendere scomodo l’impiego di questo phablet, specialmente nella posizione più comune per il consumo di film o videogiochi, ossia quella landscape.

Parliamo, ora, della fotocamera, tradizionalmente uno dei maggiori punti di interesse nei dispositivi Nokia. Purtroppo, quella equipaggiata dal 1320 non è niente di speciale: abbiamo autofocus e flash LED, ma il sensore è da “soli” 5 megapixel ed è assente la tecnologia Pureview. Gli scatti registrati sono discreti in quanto a definizione e resa cromatica, ma in linea con quello che è lecito aspettarsi dalla fascia di prezzo media, e non oltre. L’applicazione preinstallata che controlla la fotocamera, poi, è quella stock di Windows Phone, anche se possiamo scaricare a parte quella di Nokia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Blue Captcha Image
Aggiornare

*